[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Corso di specializzazioneso-stare nel conflitto IX edizione



?

Premessa

Il Corso, proposto come percorso di approfondimento e di qualificazione
professionale, è progettato e proposto dal Centro Psicopedagogico per la
Pace e la gestione dei conflitti di Piacenza, impegnato da anni in ambito
pedagogico e formativo.

Alcune domande di ricerca formativa strutturano il Corso in senso maieutico:

·         È possibile considerare il conflitto come lo specifico delle
relazioni educative? Come processo che struttura e ristruttura i legami
affettivi e sociali? Come momento di possibile apprendimento e
trasformazione delle relazioni?

·         E' legittimo cercare scorciatoie che, in qualche modo, eludano o
risolvano i conflitti?

·         Quali competenze occorrono, a chi lavora in ambito educativo e
sociale, per gestire i conflitti, per riconoscerli, assumerli e facilitarne
una trasformazione in senso maieutico?

L'ipotesi formativa del Corso è che la "soluzione" del conflitto sta
nell'assumere un compito, una responsabilità. Ogni conflitto è una risorsa
e ha una risposta particolare: non esistono risposte standardizzate, ogni
conflitto ha un suo compito; ogni conflitto ci dà un compito maieutico, e
sta alle persone in relazione scoprirlo, rispettarlo e viverlo come
riorganizzazione e come apprendimento.

Esiti formativi

Il Corso intende proporre un percorso formativo annuale finalizzato
all'acquisizione di tre competenze professionali specifiche:

1.      riconoscere e leggere le dinamiche conflittuali intrapersonali,
interpersonali e di gruppo

2.      strutturare situazioni di aiuto volte alla gestione dei conflitti
in prospettiva educativa

3.      progettare e gestire processi di consulenza maieutica orientata
alla trasformazione dei conflitti

In particolare il Corso intende focalizzare un'area professionale di aiuto
nella gestione dei conflitti

Aiutare gli altri a gestire i loro conflitti è un'arte complessa e
affascinante, ricca di sfumature e densa di competenze possibili.
Nell'aiuto informale la prevalenza è di gran lunga quella legata alla
consulenza ossia alla capacità di aiutare un'altra persona senza diventare
a propria volta contendenti dentro il conflitto. Allo stesso tempo la
consulenza, così come la mediazione, può diventare una vera a propria
attività intenzionale, fondata su tecniche precise e orientata a
implementare specifiche professionalità. È una modalità centrata sull'aiuto
a tirar fuori la comprensione essenziale della situazione conflittuale,
leggendo e ascoltando il conflitto, la sua sofferenza e il suo compito.
Attraverso procedure metodologiche specifiche la consulenza maieutica
libera il conflitto dalla sua corazza difensiva per suscitare nuovi scenari
operativi e di cambiamento. (Daniele Novara)

Metodologia

Il Corso è articolato in 7 moduli, distribuiti su 20 giornate per un totale
di 140 ore effettive di aula

La modalità di lavoro utilizzata si basa sul coinvolgimento attivo e
diretto dei partecipanti, attraverso l'utilizzo di diverse situazioni
formative:

·         attività di simulazione q dimostrazioni q esercitazioni su compiti

·         sotto-gruppi di problematizzazione e ricerca

·         interventi teorici di approfondimento

·         discussioni guidate q analisi di esperienze professionali

·         attività di verifica

Tra i diversi moduli sarà attivato lo studio individuale con l'utilizzo di
materiali didattici e compiti formativi appositamente predisposti.

Sarà necessario sostenere un prova teorico-pratica di fine corso.

Il corso intende proporre un percorso formativo annuale finalizzato
all'acquisizione di tre competenze professionali specifiche:

1.      riconoscere e leggere le dinamiche conflittuali intrapersonali,
interpersonali e di gruppo
2.      strutturare situazioni di aiuto volte alla gestione dei conflitti
in prospettiva educativa
3.      progettare e gestire processi di consulenza maieutica orientata
alla trasformazione dei conflitti

Il Corso è articolato in 7 moduli, distribuiti su 20 giornate, per un
totale di 140 ore effettive di aula.

La modalità di lavoro utilizzata si basa sul coinvolgimento attivo e
diretto dei partecipanti, attraverso l'utilizzo di diversi dispositivi
formativi.

Tra un modulo e l'altro sarà attivato lo studio individuale con l'utilizzo
di materiali didattici e compiti formativi appositamente predisposti.



MODULO I

Il gruppo di apprendimento come laboratorio di conflitti

9-12 giugno 2005

MODULO II

La ricerca intrapersonale: aspetti emotivi e autobiografici

9-11 settembre 2005

MODULO III

La capacità esplicativa attraverso la pratica della negoziazione

7-9 ottobre 2005

MODULO IV

Aiutare a gestire conflitti tra mediazione e consulenza maieutica

2-4 dicembre 2005

MODULO V

La pratica della consulenza maieutica (I)

13-15 gennaio 2006

MODULO VI

La pratica della consulenza maieutica (II)

10-12 febbraio 2006

MODULO VII

Supervisione e prova di fine corso

1 aprile 2006

La modalità di lavoro utilizzata si basa sul coinvolgimento attivo e
diretto dei partecipanti, attraverso l'utilizzo di diverse situazioni
formative e tramite l'analisi dell'esperienze professionali dei/lle
partecipanti stessi/e.


Per l'ammissione si richiede un curriculum vitae e un colloquio preliminare.
Sarà necessario sostenere un prova teorico-pratica di fine corso.
Il costo dell'intero Corso è di * 1.900,00 - IVA compresa.

Responsabilità scientifica: Daniele Novara, Direttore CPP

Staff di progettazione e conduzione:Anna Boeri, Daniele Novara, Elena
Passerin, Fabrizo Lertora, Lorella Boccalini, Paolo Ragusa



Tutor: Emanuela Cusimano

Costo: Il costo dell'intero Corso (20 gg. - totale 140 h) è di ¤ 1900,00
IVA compresa. Per i Moduli residenziali sono da aggiungere vitto e alloggio.

Iscrizione: Per iscriversi al Corso è necessario inviare un curriculum vite
e sostenere un colloquio preliminare di orientamento. Alla fine di ciascun
modulo sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

E-Mail: <mailto:specializzazione at cppp.it>specializzazione at cppp.it