[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Re: Un plauso agli otto senatori obiettori: ripudiare la guerra o la costituzione?



Sulla questione posta dagli otto, ho scritto, a caldo, quello che pensavo. Il freddo non è arrivato, giusto i brividi leggendo commenti su questa e altre liste, dove la pace diventa opportunità politico-partitica, convenienza, temporeggiamento strategico, diplomazia mirata. Che importa se i morti aumentano, se i drammi che ci sono sempre stati in alcune terre e che non ci avevano toccato più di tanto nel passato, sono diventati guerre civili, di religione, di potere economico, guerre. Ma la guerra ha un suo aspetto degno e affascinante?La guerra è diversa da paese a paese? E quando si parla di guerra non è legittimo parlare di resistenza di un popolo? Quante volte "la sinistra" non l'ha riconosciuta come tale? Non è stata resistenza la nostra? I SE e i MA sono diventati giganteschi, il signor Berlusconi e co. continua ad essere "agitato" come il bao-bao, per cui tutto deve essere "agito" con circospezione e prudenza, camminare sulle uova, non calpestare i piedi, pensare fino a dieci prima di aprire la bocca e dare fiato... tanto-tanto più se si ricopre un incarico istituzionale.Bene, mi dissocio da questo stile di vita e di politica. Salto il fosso, rompo le fila della compagnia "pacifista". Nessun problema, io non sono nessuna-o, e non penso a nessuna imboscata o resistenza. Comunque, vi allego quanto arrivato da un gruppuscolo di rompiuova.
Doriana

______________________________________________________________________________

Ripudiare la guerra o la costituzione?



Il governo italiano rifinanzia la «missione militare» in Afghanistan .

Il governo italiano decide così di accettare la guerra «come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali».

Questa decisione è compatibile con la lettera e con lo spirito dell'articolo 11 della Costituzione?

Il governo italiano è determinato a violare l'articolo 11 della Costituzione?

I componenti del governo hanno giurato di rispettare la Costituzione.

I componenti del governo sono determinati a violare i loro giuramenti?



Quando questo governo decide di protrarla, la guerra in Afghanistan è durata per l'Italia già quanto la seconda guerra mondiale.

Nessun presidente o ministro ha detto a quale risultato raggiungibile miri la guerra in Afghanistan; nessuno sa seriamente dire che cosa dovrebbe o potrebbe accadere per considerarla conclusa.

La guerra in Afghanistan è potenzialmente una «guerra infinita».

Il governo italiano ribadisce la partecipazione a questa «guerra infinita».



L'aggressione all'Afghanistan è avvenuta per scelta unilaterale nell'ottobre 2001 senza alcuna parvenza di legalità internazionale, in violazione dello Statuto delle Nazioni Unite.

Le sole ragioni addotte per la rinnovata partecipazione dell'Italia sono di appartenenza e di subordinazione. Ragioni false, peraltro.

Non ha fondamento o contenuto l'affermazione che, rifiutando la partecipazione a questa guerra, l'Italia «uscirebbe dall'Europa».

È altrettanto improbabile che rifiutarsi a questa guerra comporterebbe per l'Italia «uscire dalla Nato», un'alleanza militare nata come difensiva per un'area e divenuta strumento di aggressione in altre parti del mondo.



L'aggressione di apparati e media a parlamentari che intendono rispettare l'articolo 11 testimonia ignora e viola l'articolo 67: «Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato».

«La coscienza» dei parlamentari merita rispetto se si parla di un grumo di cellule, ma deve tacere sulla vita o la morte di esseri umani già perfettamente formati?

C'è chi sottomette le convinzioni alle opportunità.

Abbiamo il massimo apprezzamento per chi antepone la coerenza morale e istituzionale a qualsiasi genere di convenienza.



EMERGENCY

________________________________________________________________________________
29 giugno 2006
  Quoting Franco Borghi <franco.borghi at fbitc.it>:

...CHE SENDO HA DISTRUGGERE IL GOVERNO PRODI, CHE HA APPENA INIZIATO E
RITORNAE IN CAMPAGNA ELETTORALE. COSA CREDI CHE NE RICAVIAMO ? UNA
SITIAZIONE MIGLIORE CHE PERMETTA IL RITIRO IMMEDITO DALL' AFGANISTAN.
SCORDATELO ! SARA' ANCOR PEGGIO.
PERCHE'  NON FARE UN PASSO DOPO L' ALTRO ? IL PRIMO PASSO E' QUELLO DI
RAFFORZARE IL GOVERNO PRODO E SOLO DOPO GLI SI POTRA' CHIEDERE DI FARE DI
PIU' E MEGLIO PER LA  PACE.

FRANCO
-----------------------------------------------------
FB-Franco BORGHI
Intern.Trading & Consulting
Via Frescobaldi 13 - 44042 CENTO - Italy
Ph. +39.051.6859231 - Fax +39.051.6836715
Mob.Ph. +39.348.3802633
Skype address: consultfb
Reply to: franco.borghi at fbitc.it

----- Original Message -----
From: "Lorenzo Dellacorte" <l_coortis at yahoo.it>
To: <pace at peacelink.it>
Cc: <depetris_l at posta.senato.it>; <bulgarelli_m at posta.senato.it>;
<giannini_f at posta.senato.it>; <grassi_c at posta.senato.it>;
<malabarba_l at posta.senato.it>; <rossi_f at posta.senato.it>;
<silvestri_g at posta.senato.it>; <turigliatto_f at posta.senato.it>
Sent: Friday, June 30, 2006 1:56 PM
Subject: Re: Un plauso agli otto senatori obiettori


Berlusconi è stato cacciato via anche per
l'aggressione all'Afganistan e all'Irak: Rifondazione
Comunista ha votato contro le missioni
sistematicamente. Ora che Berlusconi non c'è più,
forse l'Afganistan ha cambiato nome anche lui? Non
siamo ridicoli, PRC ha chiesto il voto per andare via
dall'Irak e dall'Afganistan, contro la politica del
cavaliere e se ora Prodi si comporta come Berlusconi
che senso ha mantenere l'appoggio al governo? Se si
accetta ora questo ricatto lo dovremo accettare su
tutto! Non si tratta di uomini ma di programmi: se
Prodi vuole fare il neoliberista lo faccia, ma senza
l'appoggio di PRC, che è un partito leale, ma non
coglione!!
--- Sosteniamo Rifondazione Comunista
<votiamorifondazione at comune.re.it> ha scritto:

> Secondo me il problema è un altro.
> Ossia assumere una posizione ferma su una questione
> importante e di
> coscienza come la pace senza se e senza ma, serve a
> spostare verso
> sinistra chi è al governo e a farlo diventare più
> democratico.
> La posizione di principio è stata assunta invece da
> D'Alema e Parisi, che
> dicono che o si fa così o niente.
> Noi invece, come movimento pacifista, dobbiamo
> comunque esprimerci in
> maniera ferma, se no si dà l'impressione che i
> nostri valori, i nostri
> principi ed i nostri convincimenti sono negoziabili.
> E questo non è mai possibile.
> Il fatto che ci siano otto senatori che esprimano
> fortemente questa
> opinione ci fa capire che c'è qualcuno che ci crede
> ancora nei valori, e
> che non li mette in gioco solo perché è seduto a
> Palazzo Madama.
> Berlusconi non torna al governo per questo, è solo
> uno spauracchio, ma la
> nostra coscienza sarebbe irrimediabilmente ferita da
> un cedimento su
> queste posizioni.
> Ettore Lomaglio Silvestri
> promotore dell'Appello Via dall'Afghanistan
>
> > io sono in disaccordo.
> > A che serve votare contro il rifinanziamrnto  dei
> nostri soldati in
> > Afganistan, se poi il governo Prodi  cade e si
> deve andare a nuove
> > elezioni ed aprire la strada a Belusconi e
> teppaglia collegata ? E'
> > pacifismo creare le condizioni perchè Berluscono o
> comunque ladestra
> > ntorni al  governo ? Per me è cecità, pura cecità
> ideologica. E'come
> > tagliare il ramo sul quale si sta nseduti. Ci
> vuole un po'di realismo e
> > di tattica. Volere tutto e subito è un'idiozia.
> > E una volta che cadrà il governo Prodi, cosa ci
> avremo guadagnato ? E'
> > coerenza far ritoirnare Berlusconi al governo ?
> WQueli otto parlamentri
> > per me sono degli irresponsabili.
> >
> > Franco
> >
>
-----------------------------------------------------
> > FB-Franco BORGHI
> > Intern.Trading & Consulting
> > Via Frescobaldi 13 - 44042 CENTO - Italy
> > Ph. +39.051.6859231 - Fax +39.051.6836715
> > Mob.Ph. +39.348.3802633
> > Skype address: consultfb
> > Reply to: franco.borghi at fbitc.it
> >
> >
> > ----- Original Message -----
> > From: "Claudio Pozzi" <clany at clany.it>
> > To: <pace at peacelink.it>
> > Sent: Friday, June 30, 2006 8:56 AM
> > Subject: Un plauso agli otto senatori obiettori
> >
> >
> >> Alla Senatrice
> >>    -
> >>
>
<http://www.senato.it/leg/15/BGT/Schede/Attsen/00017578.htm>Loredana
> >> de Petris
> >> Ai Senatori
> >>
> >>    -
>
<http://www.senato.it/leg/15/BGT/Schede/Attsen/00017881.htm>Mauro
> >> Bulgarelli
> >>
> >>    -
>
<http://www.senato.it/leg/15/BGT/Schede/Attsen/00022751.htm>Fosco
> > Giannini
> >>
> >>    -
> >>
>
<http://www.senato.it/leg/15/BGT/Schede/Attsen/00022752.htm>Claudio
> > Grassi
> >>
> >>    -
>
<http://www.senato.it/leg/15/BGT/Schede/Attsen/00017600.htm>Gigi
> > Malabarba
> >>
> >>    -
> >>
>
<http://www.senato.it/leg/15/BGT/Schede/Attsen/00022812.htm>Fernando
> > Rossi
> >>
> >>    -
> >>
>
<http://www.senato.it/leg/15/BGT/Schede/Attsen/00022808.htm>Gianpaolo
> >> Silvestri
> >>
> >>    -
> >>
>
<http://www.senato.it/leg/15/BGT/Schede/Attsen/00022785.htm>Franco
> >> Turigliatto
> >>
> >>
> >> e p.c.
> >>    - a parlamentari diversi
> >>    - ad amici del movimento pacifista e
> nonviolento,
> >>
> >> Egregia/i Senatrice/Senatori,
> >>
> >> Nel darvi il nostro completo appoggio come
> Campagna OSM-DPN (Campagna
> >> di Obiezione di Coscienza alle Spese Militari per
> la Difesa Popolare
> >> Nonviolenta) ci complimentiamo per la vostra
> coerenza e Vi invitiamo a
> >> resistere.
> >>
> >> Vi informiamo di aver dato il massimo risalto
> alla Vostra presa di
> >> posizione pubblicandola sul nostro sito
> >>
>
<http://www.osmdpn.it>www.osmdpn.it<http://www.osmdpn.it>
> >> che Vi invitiamo a visitare
> >>
> >> Claudio Pozzi
> >> per conto del Coordinamento Politico Nazionale
> della Campagna OSM-DPN
> >> (Campagna di Obiezione di Coscienza alle Spese
> Militari per la Difesa
> >> Popolare Nonviolenta)
> >>
> >> --
> >> Mailing list Pace dell'associazione PeaceLink.
> >> Per ISCRIZIONI/CANCELLAZIONI:
> >> http://www.peacelink.it/mailing_admin.html
> Archivio messaggi:
> >>
> http://www.peacelink.it/webgate/pace/maillist.html
> Area tematica
> >> collegata: http://italy.peacelink.org/pace
> >> Si sottintende l'accettazione della Policy
> Generale:
> >>
>
http://www.peacelink.it/associazione/html/policy_generale.html
> >>
> >>
> >>
> >
> >
> > --
> > Mailing list Pace dell'associazione PeaceLink.
> > Per ISCRIZIONI/CANCELLAZIONI:
> http://www.peacelink.it/mailing_admin.html
> > Archivio messaggi:
> http://www.peacelink.it/webgate/pace/maillist.html
> > Area tematica collegata:
> http://italy.peacelink.org/pace
> > Si sottintende l'accettazione della Policy
> Generale:
> >
>
http://www.peacelink.it/associazione/html/policy_generale.html
>
>
> --
> Visita il mio blog sulle droghe
>
> http://blog.virgilio.it/christiane_f
>
> Aderisci alla petizione Via dall'Afghanistan
>
> http://www.petitionspot.com/petitions/outAfghanistan
>
> Visita:
>
>
http://italy.peacelink.org/pace/articles/art_17058.html
>
>
> --
> Mailing list Pace dell'associazione PeaceLink.
> Per ISCRIZIONI/CANCELLAZIONI:
> http://www.peacelink.it/mailing_admin.html
> Archivio messaggi:
> http://www.peacelink.it/webgate/pace/maillist.html
> Area tematica collegata:
> http://italy.peacelink.org/pace
> Si sottintende l'accettazione della Policy Generale:
>
http://www.peacelink.it/associazione/html/policy_generale.html
>
>


Chiacchiera con i tuoi amici in tempo reale!
 http://it.yahoo.com/mail_it/foot/*http://it.messenger.yahoo.com

--
Mailing list Pace dell'associazione PeaceLink.
Per ISCRIZIONI/CANCELLAZIONI: http://www.peacelink.it/mailing_admin.html
Archivio messaggi: http://www.peacelink.it/webgate/pace/maillist.html
Area tematica collegata: http://italy.peacelink.org/pace
Si sottintende l'accettazione della Policy Generale:
http://www.peacelink.it/associazione/html/policy_generale.html





--
Mailing list Pace dell'associazione PeaceLink.
Per ISCRIZIONI/CANCELLAZIONI: http://www.peacelink.it/mailing_admin.html
Archivio messaggi: http://www.peacelink.it/webgate/pace/maillist.html
Area tematica collegata: http://italy.peacelink.org/pace
Si sottintende l'accettazione della Policy Generale:
http://www.peacelink.it/associazione/html/policy_generale.html