[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Re: [pace] Newsletter Novembre 2006



C' e' una classe politica?
Sì... puo' darsi che sia alla materna.
Secondo me è tutto da riprogettare, può darsi che occorra una nuova assemblea 
costituente. Le regioni devono diventare rappresentanti di territori più larghi, le 
province non occorrono più e i comuni devono essere soggetti più grandi. Per la scuola e 
la ricerca è necessario abolire il valore legale al titolo e spingere la libera 
iniziativa culturale e imprenditoriale. Per uno sviluppo equo e sostenibile ogni 
territorio deve vestirsi con quanto ha di risorsa propria per rendere virtuosi i cicli 
economici locali...


---------- Initial Header -----------

From      : pace-request at peacelink.it
To          : pace at peacelink.it
Cc          : 
Date      : Wed, 29 Nov 2006 19:58:40 +0100
Subject : Re: [pace] Newsletter Novembre 2006







> Il modo peggiore di affrontare un problema è amplificarne i contorni e  
> la sostanza, fino ad includervi qualsiasi fenomeno sia pur lontanamente  
> assimilabile. Questo è ormai un classico della comunicazione di massa,  
> purtroppo, con conseguenze a dir poco devastanti, specialmente  
> nell'ambito educativo. A dare ascolto ai media parrebbe che l'Italia  
> sia percorsa in lungo e largo da "branchi" di adolescenti, armati di  
> spranghe e cellulari-videocamere, dediti al pestaggio e allo stupro  
> finalizzati alla produzione di video-choc via internet. Questa,  
> ovviamente, è una pericolosa caricatura della realtà; ma ciò che si  
> vede e si sente anche all'interno delle scuole al momento attuale è  
> proprio questa caricatura della realtà.
> Il fatto che dei ragazzini usino la funzione video dei cellulari per  
> realizzare dei piccoli reality-show, sulla scia del Grande Fratello o  
> dell'Isola dei Famosi, non dovrebbe stupire più di tanto; dovrebbe  
> piuttosto fare riflettere seriamente sul tipo di società che si vuole  
> costruire per le nuove generazioni. E ciò vorrebbe dire mettere  
> seriamente in discussione troppe cose, i ruoli, i modelli, i luoghi  
> comuni, eccetera. Ricominciare davvero ad E-DUCARE, magari ripartendo  
> dalla classica domanda "chi educa a chi?". Alla fine risulta più comodo  
> aggrapparsi a qualche terminologia di grande audience, del tipo  
> "bullismo" e costruirci sopra dibattiti e progetti educativi  
> all'interno delle scuole.
> Ma i "bulli" nella società italiana di oggi sono davvero i ragazzi? Io,  
> a dire il vero, alla parola "bullo" associo piuttosto l'immagine della  
> classe politica attuale... a prescindere dallo schieramento  di  
> appartenenza, ovviamente!
> 
> Mario Bonica
> http://blog.libero.it/Bonica/
> 
> 
> Il giorno 29/nov/06, alle 10:49, Ufficio Stampa CPP ha scritto:
> 
> >
> >
> >
> >
> >
> >
> > Newsletter n°1 - Novembre 2006
> >
> >
> >     Per educare...
> >
> > L´aspetto più eclatante dell´allarme bullismo scoppiato in Italia in  
> > questi
> > ultimi tempi è che nessuno degli episodi segnalati può realisticamente
> > essere inserito nell´area del bullismo.
> >
> > La confusione rischia di diventare la normalità. Di cosa stiamo  
> > parlando?
> > Violenze vere e proprie, bullismo, conflitti, piccole prepotenze...  
> > tutto si
> > confonde generando un senso di disagio che aumenta l´iperprotezione nei
> > confronti dei ragazzi.
> >
> > "Da qualche giorno è più silenzioso del solito, avrà subito atti di
> > bullismo?" si chiede la mamma dopo aver visto il programma televisivo
> > dedicato all´argomento.
> >
> > L´esercizio di cercare colpevoli più o meno presunti - in primis i  
> > genitori
> > - mi appare ormai logoro e di nessuna efficacia. In realtà, quello che
> > necessita è proprio staccare la spina dall´idea che queste situazioni  
> > siano
> > responsabilità puramente individuali. L´educazione delle nuove  
> > generazioni
> > rappresenta piuttosto una responsabilità collettiva. L´assorbimento
> > culturale avviene in maniera diffusa passando per una molteplicità di
> > canali.
> >
> > Propongo una domanda: a che punto è la crescita delle nuove
> > generazioni? Cercare una risposta è un modo ulteriore per parlare del
> > nostro futuro, per dirsi quali scenari non solo economici permettono di
> > affrontare sfide sempre più complesse. Creare luoghi dove poter  
> > dibattere
> > questi temi diventa un obiettivo comune che investe direttamente la  
> > qualità
> > della vita della nostro paese.
> > <http://www.cppp.it/staff.asp>Daniele Novara
> >
> >
> >
> >
> >
> >     Proposte formative del CPP
> >
> >
> > <http://www.cppp.it/seminari.asp>La gestione educativa dei conflitti.
> > <http://www.cppp.it/staff.asp>Paolo Ragusa - Emanuela Cusimano -  
> > Piacenza,
> > 20 gennaio 2007
> >
> > <http://www.cppp.it/seminari.asp>L'album dei ricordi: fotografie in  
> > azione.
> > <http://www.cppp.it/staff.asp>Anna Boeri - Piacenza, 20 gennaio 2007
> >
> > <http://www.cppp.it/seminari.asp>Le malattie dell'educazione.
> > <http://www.cppp.it/staff.asp>Daniele Novara - Piacenza, 27 gennaio  
> > 2007
> >
> > <http://www.cppp.it/specializzazione.asp>Corso di Specializzazione -  
> > Anno
> > 2007 (XI edizione)
> > <http://www.cppp.it/specializzazione.asp>Consulenza Maieutica nella
> > gestione dei conflitti.
> > Per imparare una nuova competenza professionale nella conduzione delle
> > evenienze conflittuali in vari contesti.
> > Sono aperte le pre-iscrizioni e i colloqui fino al 26 gennaio 2007
> >
> > Per informazioni sui corsi proposti consultare il sito
> > <http://www.cppp.it/>www.cppp.it oppure contattare il nostro Istituto  
> > via
> > mail <mailto:info at cppp.it>info at cppp.it o al seguente numero 0523498594
> >
> >
> >     Nel territorio
> >
> > Per il quarto anno consecutivo parte la consulenza pedagogico-maieutica
> > individuale per gli insegnanti delle scuole dell´obbligo di Pesaro. Un´
> > esperienza unica e innovativa che consente ai docenti di disporre di un
> > servizio continuativo, gestito dagli operatori del CPP, per usufruire  
> > di un
> > sostegno professionale nelle situazioni  di difficoltà. Il successo
> > dell´iniziativa, sostenuta
> > <http://www.ambitosocialepesaro.it/data/index.php? 
> > catid=202&PHPSESSID=80de5e09e620151da496ee7cbabc0cab>dall'Ambito
> > Territoriale Sociale n°1, consente di affermare come sia importante  
> > per chi
> > opera nei contesti educativi avere supporto che permetta di leggere con
> > un´adeguata decantazione emotiva i nodi conflittuali dell´attività
> > educativa e di trovare modalità sostenibili di gestione dei problemi.  
> > Il
> > progetto prevede  un servizio di consulenza anche per i genitori.
> >
> >
> >
> > Per avere informazioni sul progetto <mailto:info at cppp.it>info at cppp.it
> >
> >
> >
> >
> >
> >     Ti suggeriamo di leggere ...
> >
> > <http://www.cppp.it/rivista/index.asp>Un abbraccio responsabile.  
> > L'utilizzo
> > dell'holding in educazione come strumento affettivo e protettivo nella
> > gestione delle sistematiche trasgressioni infantili, Claudio Riva,  
> > RIVISTA
> > CONFLITTI - n°5 Anno 2006.
> >
> >
> > LA RIVISTA CONFLITTI HA MOLTE SORPRESE PER VOI!
> >
> > SCOPRI IL <http://www.cppp.it/rivista/index.asp>PIANO EDITORIALE 2007
> > TRATTEREMO IL CONFLITTO E I SUO RISVOLTI IN CONTESTI DIVERSI:
> >
> > La sicurezza del cittadino e l'educazione ai conflitti
> > La gestione dei conflitti nel settore sanitario
> > La gestione dei conflitti nell'attività sportiva
> > Il conflitto organizzativo nei luoghi di lavoro
> > I conflitti nell'intimità: la coppia scoppia?
> >
> >
> >
> >
> > Ufficio Stampa
> > Centro Psicopedagogico per la pace e la gestione dei conflitti
> > Via Campagna 83  -  29100 Piacenza
> > tel. e fax 0523.498.594
> > <http://www.cppp.it/>www.cppp.it  -
> > <mailto:ufficio.stampa at cppp.it>ufficio.stampa at cppp.it
> >
> > Ai sensi del D.Lgs. 196/2003 si precisa che le informazioni contenute  
> > in
> > questo messaggio e negli eventuali files allegati sono riservate e ad  
> > uso
> > esclusivo del destinatario, per le finalità indicate nel messaggio  
> > stesso.
> > Qualora il messaggio in questione  Le fosse pervenuto per errore, La
> > invitiamo ad eliminarlo dal Suo sistema, senza copiarlo ed a non  
> > inoltrarlo
> > a terzi, dandocene gentilmente comunicazione. Grazie.
> >
> > (se non vuoLe ricevere più le nostre comunicazioni invii una mail
> > all'indirizzo <mailto:ufficio.stampa at cppp.it>ufficio.stampa at cppp.it con
> > oggetto "Cancellami")
> >
> >
> >
> >
> > --
> > Mailing list Pace dell'associazione PeaceLink.
> > Per ISCRIZIONI/CANCELLAZIONI:  
> > http://www.peacelink.it/mailing_admin.html
> > Archivio messaggi: http://www.peacelink.it/webgate/pace/maillist.html
> > Area tematica collegata: http://italy.peacelink.org/pace
> > Si sottintende l'accettazione della Policy Generale:
> > http://www.peacelink.it/associazione/html/policy_generale.html
> >
> 
> 
> --
> Mailing list Pace dell'associazione PeaceLink.
> Per ISCRIZIONI/CANCELLAZIONI: http://www.peacelink.it/mailing_admin.html
> Archivio messaggi: http://www.peacelink.it/webgate/pace/maillist.html
> Area tematica collegata: http://italy.peacelink.org/pace
> Si sottintende l'accettazione della Policy Generale:
> http://www.peacelink.it/associazione/html/policy_generale.html
> 
> 


------------------------------------------------------
Scopri subito RAS FullCasa: vinci 500? di buoni Mediaworld a settimana ed un viaggio 
Expedia!
http://click.libero.it/ras29nov06