[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

ambasciata di pace a Roma



CONFERENZA STAMPA
VENERDI 1 GIUGNO 2007 - PRESSO EX LAVANDERIA
PADIGLIONE 31 SANTA MARIA DELLA PIETA' Roma (M.Mario)
- ore 11.30  -

AMBASCIATE DI PACE PER IL DISARMO EUROMEDITERRANEO
OVVERO: COME ATTUARE DAL BASSO BARCELLONA 1995

Il Coordinamento "FERMIAMO CHI SCHERZA COL FUOCO
ATOMICO"? lancia il progetto delle Ambasciate di pace, onde offrire
respiro
al processo politico e diplomatico per la soluzione pacifica della crisi
mediorientale, oggi gestita all'insegna della "guerra al terrore"?, che
rischia di degenerare in un conflitto atomico.

Il progetto consiste nell’individuare ed aprire "uffici di pace", nelle
capitali europee, ma anche nelle capitali mediorientali, a Teheran,
Gerusalemme,  etc..
Le sedi della "diplomazia popolare di base" saranno contrassegnate,
all'ingresso, da bandiere iridate. Esse, raccordando ONG autenticamente
indipendenti e neutrali, devono perseguire l'attuazione dal basso della
Dichiarazione di Barcellona (1995): i governi di Europa, Mediterraneo e
Medio Oriente (allargato) devono decidere di liberarsi subito dalle armi
di sterminio di massa stipulando un Trattato di denuclearizzazione come
quelli di Africa, America Latina, Sud Est Asiatico, Pacifico del Sud. In
tale prospettiva il Coordinamento, ed i soggetti con i quali esso
collabora, sostengono l'iniziativa, proveniente dalla società civile
iraniana e annunciata in
Italia da Shirin Ebadi, Nobel per la pace 2003, di un referendum popolare
sul progetto uranio. A tale scopo propone di far nascere in Italia (e
nel mondo) un Comitato di Solidarietà col movimento antinucleare
iraniano.

La prima "Ambasciata di pace" viene aperta a Roma nella EX LAVANDERIA,
lo spazio occupato per rivendicare l'uso pubblico, sociale e culturale
del Santa Maria della Pietà (ex Manicomio). Al progetto ha assicurato il
suo sostegno il Ministro dell'Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio. Gli
"ambasciatori di pace" verranno ricevuti dal capogruppo dei Verdi alla
Camera, Angelo Bonelli,  il pomeriggio alle ore 15.30.

Intervengono:
Alfonso Navarra - segreteria del Coordinamento "FERMIAMO CHI SCHERZA COL
FUOCO ATOMICO"
Massimiliano Taggi - Associazione Ex Lavanderia
Ilaria Ciliaci Colantonio - Presidente del Movimento Internazionale della
Riconciliazione
Ufficio stampa:
Coordinamento "FERMIAMO CHI SCHERZA COL FUOCO ATOMICO" c/o Campagna
OSM-DPN
via Mario Pichi, 1 - 20123 Milano tel. 02-5810.5815 - cell 349-5211837
email locosm at tin.it

COPROMUOVONO: Associazione Ecumenica Riconciliazione.it; Associazione Ex
Lavanderia,  Berretti Bianchi, Il Dialogo (www.ildialogo.it), Lega
obiettori di Coscienza, Movimento Internazionale della Riconciliazione