[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

C.stampa. "Disarmiamoli!" il 30 giugno a Roma




“Disarmiamoli”: una proposta di legge per desecretare i trattati e rimettere
in discussione le basi militari USA e NATO in Italia

comunicato stampa

Verrà presentata a Roma sabato 30 giugno la proposta di legge di iniziativa
popolare che chiede al governo di rendere pubblici i protocolli segreti e
di rimettere in discussione le basi militari USA-NATO imposte dai trattati
internazionali al nostro paese. A settembre partirà la raccolta di firme in
tutta Italia mentre continua a svilupparsi la campagna contro l’adesione
italiana allo Scudo missilistico USA in Europa. Sono questi – insieme alla
mobilitazione per impedire l’avvio dei lavori al Dal Molin, la nuova base
militare USA a Vicenza – gli obiettivi del programma di lavoro della Rete
nazionale “Disarmiamoli” che sabato 30 giugno terrà il suo incontro
nazionale (inizio lavori ore 10.00 al centro congressi Cavour, via Cavour
50/A).
Protagonista insieme ad altre reti antimilitariste della Carovane contro la
guerra che hanno attraversato tutto il paese tra maggio e giugno – tenendo
più di 40 tra incontri, assemblee, sit in dalla Val di Susa a Sigonella, da
Aviano a Colleferro, da Novara a Camp Darby -  la Rete Disarmiamoli è stata
anche una dei promotori della riuscita manifestazione del 9 giugno scorso
contro la visita di Bush e la politica militarista del governo Prodi. “Le
lotte contro la base a Vicenza, lo scudo antimissilistico, le basi USA
NATO, la presenza all’estero delle truppe coloniali italiane, la
militarizzazione dei territori e della vita sociale escono enormemente
rafforzata dalla manifestazione del 9 giugno” sostiene la Rete
Disarmiamoli. “A noi la capacità di socializzare e radicare questa grande
energia nelle lotte dei prossimi mesi rafforzando l’autonomia dei movimenti
dalle scelte militariste del governo e dei partiti che lo sostengono”.
All’incontro di sabato 30 giugno, a Roma, parteciperanno sia personalità ed
esperti impegnati nel movimento contro la guerra come Manlio Dinucci,
Andrea Licata, Claudio Giangiacomo sia i rappresentanti dei comitati sorti
nelle città dove esistono movimenti contro le basi e le servitù militari.
All’incontro non mancheranno – tra l’altro – gli esponenti del presidio
permanente contro il Dal Molin di Vicenza.

Info: <http://www.disarmiamoli.org/>www.disarmiamoli.org;
<mailto:info at disarmiamoli.org>info at disarmiamoli.org