[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Strage occultata alla flow-station dellAGIP in Nigeria?



A
SUD

ASUD INFORMA

Un\'analisi di A Sud sulle ultime vicende Eni-Nigeria


Il primo comunicato delle agenzie di Stampa e dell'ENI riportava poche
scarne righe descrivendo l'ennesima azione contro la compagnia petrolifera
di stato.


18 giugno 2007 - ore 07:59

Attacco alla flowstation di Ogboinbiri

Eni informa che nella prima mattina del 17 giugno un gruppo di uomini
armati ha occupato la flow station di Ogboinbiri nello stato di Bayelsa in
Nigeria. Al momento dell\'attacco erano presenti 24 lavoratori nigeriani e
51 soldati. 40 soldati e 8 lavoratori sono riusciti a lasciare la flow
station. Secondo quanto risulta ad Eni pare non ci siano stati feriti o
morti durante l\'attacco.

Eni sta collaborando con le autorita\' del Bayelsa per ottenere una rapida
e positiva soluzione. (www.eni.it)

La notizia nella sua incongruità ha attirato l'attenzione dell'Osservatorio
sull'ENI, di cui la nostra Onlus fa parte.

Dunque, stiamo parlando di una stazione di pompaggio a terra (flow station)
protetta da 51 soldati. Come mai una flow station apparentemente ben difesa
da ben 51 soldati armati viene attaccata e occupata da "un gruppo di uomini
armati" e nessuno spara un colpo, nessuno viene ferito e addirittura,
dicono le agenzie, 40 soldati e 8 lavoratori riescono a scappare ?

Secondo questa versione rimangono come ostaggi 11 soldati e 16 lavoratori.

Uno strano gruppo armato questo, infatti dopo 5 giorni,  siamo a giovedì 21
giugno, gli "uomini armati" sono ancora nella flow Station. Come mai? Per
fare che?

All'Osservatorio ENI pensiamo che sia in corso una trattativa e che presto
la situazione si risolverà con un accordo. E' successo spesso negli ultimi
18 mesi in questa tormentata regione.

Ma il 21 giugno l'AGI (Agenzia giornalistica dell'ENI) riporta:

(AGI/REUTERS) - Lagos (Nigeria), 21 giu. - L\'esercito nigeriano ha
compiuto un\'operazione militare nella stazione di pompaggio dell\'Eni
nigeriana di Ogbainbiri, nella regione del Delta dello stato di Bayelsa,
dove da domenica sono tenuti in ostaggio sedici dipendenti del posto e
undici soldati. I militari hanno affermato di aver trovato nella stazione
solamente undici lavoratori e di averli liberati e tratti in salvo. Dodici
miliziani sono stati uccisi. (AGI).

Fine della notizia.

Anche questa notizia lascia molto perplessi: Possibile che durante
l'attacco siano stati uccisi 12 "miliziani armati" e nessun soldato o
lavoratore sia rimasto ferito?


Leggi l\'articolo completo su <\"http://www.asud.net\";>www.asud.net



Per informazioni o contatti con l'Associazione Asud
Para informaciones y conctactos con la Asociacion A Sud

Via Romano Calò 48, 00139 Roma

<http://www.asud.net>www.asud.net

<mailto:redazione at asud.net>redazione at asud.nettel. 0039 068803570