[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Fw: [Riforma]:RAPISARDA, ML King, Nonviolenza, Educazione alla Pace, campo ad Adelfia dal 16 al 22 agosto



 

Southern Christian Leadership Conference (SCLC) è il nome che pastori e membri di chiesa, prevalentemente battisti, si diedero nel costituirsi come Associazione per i diritti civili, con una fisionomia specificamente cristiana e non violenta.  Era il 1957, si era appena concluso con successo il boicottaggio, durato un anno, contro la segregazione degli autobus a Montgomery Alabama (USA). Abolita quella segregazione rimanevano ancora molte altre forme di segregazione da combattere nelle scuole, nelle università, nei locali pubblici e, soprattutto, rimaneva da superare la mentalità razzista che governava la società americana. Nel boicottaggio di Montgomery M.L.King era stato particolarmente attivo come presidente della MIA (Montgomery Improvement Association). Per dare un ulteriore contributo alla battaglia al di là dell’Alabama e per coinvolgere maggiormente le chiese battiste viene fondata la SCLC. Alla guida della nuova organizzazione c’è ancora il giovane pastore M. L. King. Aveva ventotto anni, una formazione universitaria che faceva seguito alla formazione ricevuta in casa e nella realtà delle chiese battiste (il padre e il nonno erano pastori) e un carisma che già si era ben evidenziato alla guida della MIA.

 

Nelle poche battute appena delineate si evidenzia un universo di impegni, di lotte, di spiritualità, di cultura, di conflitti, di speranze e di iniziative concrete che non possono essere lasciate nel dimenticatoio di una cronaca troppo veloce e superficiale, né possono essere liquidate come agiografia di King, alla quale non saremmo affatto interessati. Per valorizzare il ricco patrimonio di una stagione di lotte non violente per la realizzazione dei diritti civili e dei diritti umani, sempre a rischio di essere calpestati e sempre bisognosi di essere ribaditi sotto forme nuove (vedi condanna della pena di morte), e per entrare nella ricchezza spirituale dell’uomo caratterizzato dal “sogno”, l’Unione battista ha dato il via ad un anno di celebrazioni (2007 cinquantanni dalla fondazione della SCLC – 2008 quarantanni dall’assassinio di King) che si articoleranno in una serie di iniziative a vasto raggio sul territorio del nostro paese (conferenze, mostre, concerti, pubblicazioni, filmati, programmi radio e tv ecc). Già diverse di queste iniziative hanno avuto luogo a riprova che il programma può funzionare e dovrà funzionare.

 

Tra le iniziative messe in cantiere ci sono i programmi scolastici, cioè una serie di programmi, già predisposti e adattabili luogo per luogo, che possono essere messi a disposizione dei collegi docenti come Offerta formativa (POF) o come conferenze e incontri. L’esperienza fin qui fatta ci dice che tra i docenti delle scuole medie e medie superiori c’è molto interesse per queste iniziative perché la scuola ha bisogno di messaggi forti e a King si può attingere a piene mani. Il materiale didattico fin qui approntato è stato di estrema utilità e di piena fruibilità per gli alunni e le alunne. Non secondario è il fatto che a presentare il messaggio di King può essere una persona credente, appartenente alla stessa tradizione spirituale di King. Calare quel messaggio nel contesto della lotta alla discriminazione (contro gli extracomunitari), alla violenza (guerra, mafia o bullismo), alla ricerca di una soluzione alla povertà o al disinteresse per la politica (cosa pubblica), contro il grigiore di una società massificata  e per una nuova generazione che sappia coltivare sogni non consumistici è compito della scuola, ma è anche compito delle chiese che non vogliono rinchiudersi tra le quattro mura ecclesiastiche. Con King possiamo dire che non si tratta di portare la società nella chiesa ma il messaggio della chiesa nella società (scuola).

 

I progetti scolastici ci offrono la possibilità di parlare in un contesto che normalmente è off limit o appannaggio degli insegnanti di religione. Ci permettono di incontrare ragazzi e ragazze che possono aprirsi al nuovo. Per far questo occorre seguire una semplice scaletta di passi: presentare i progetti ai collegi docenti, prepararsi dal punto di vista didattico, rispondere alle chiamate. I progetti sono pronti e reperibili sul sito www.martinlutherking.ucebi.it.). E’ anche possibile che le richieste di intervento siano superiori a quelle che normalmente i pastori e le pastore riescono a soddisfare. Per questa ragione sono in cantiere una serie di seminari di formazione a cui sono invitati non solo i pastori, ma anche docenti, docenti in pensione, studenti universitari e quanti altri vorranno dare il loro contributo alla formazione degli alunni e delle alunne e alla diffusione del messaggio dell’evangelo. Si tratta di seminari in cui si mette a punto la didattica e si seleziona il materiale didattico. Ad oggi gli incontri di formazione sono programmati in Sicilia, Puglia, Toscana, Piemonte. Particolarmente importante sarà il campo che si terrà ad Adelfia dal 16 al 22 agosto, con la partecipazione del MIR. Informazioni più dettagliate potranno essere richieste telefonando negli uffici dell’UCEBI (06 6876124).

 

Salvatore Rapisarda

 

 

 

Allegato Rimosso