[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Re: [pace] intervista de magistris...



scusate, 
mi pare che le occasioni per discutere di pace
-argomento di questa lista- non mancherebbero

ne elenco su due piedi alcuni, credo fra i più
attuali:

-soldati italiani sono tuttora impiegati in
Afghanistan, a tutti gli effetti in guerra

-altri soldati italiani sono impiegati in numerose
arre di crisi (anche se in questo caso, almeno credo,
non in guerra), in situazioni comunque problematiche
quanto ai presupposti, agli scopi e alle prospettive
della loro presenza

-gruppi nonviolenti, associazioni pacifiste, comitati
locali (es.: No Dal Molin e altri) sono impegnati in
queste settimane in campagne di mobilitazione contro
le basi militari, contro gli interventi di guerra 
all'estero, e le armi nucleari (es.: "Disarmiamoli",
"Non scherziamo col fuoco atomico", e probabilmente
altre) 

- sono in corso discussioni, su diverse mailing list,
sulle scelte più opportune da compiere dal punto di
vista di una politica di pace in vista delle elezioni
politiche, ed esiste per esempio (in chiara polemica
con con la sinistra che era al governa, e che ha molto
deluso) la proposta di presentare liste nonviolente,
verdi e femministe (promotori: M.G.De Rienzo, M.
Valpiana e M. Boato, vedi newsletter quotidiana "la
nonviolenza è in cammino" che sostiene fortemente la
proposta)

- è di pochi giorni fa la dichiarazione unilaterale di
indipendenza del Kosovo (una secessione progettta e
voluta dagli Usa), nuova grave violazione del diritto
internazionale, che vede la complicità non solo degli
Usa (non sarebbe una novità) ma anche dell'Unione
europea, in ogni caso dei suoi paesi più potenti,
alcuni dei quali si erano per esempio opposti, invece,
all'illegale aggressione armata all'Iraq

- l'impunità clamorosa di Israele per i crimini contro
il popolo palestinese continua, in un clima
-soprattutto in Italia- di complicità e silenzio di un
arco sempre più ampio delle forze politiche

mi fermo qua

posso capire che da un po' tempo in questa lista non
si riesca a dar vita a un confronto su qualcuno dei
temi che le sarebbero di pertinenza: succede a tante
liste, io per primo sicuramente non avrò dato un
contributo sufficientemente costruttivo in tal senso,
ciò non toglie che snaturare il senso della lista di
discussione non mi sembrerebbe una misura nè
giustificata
-ci sono tante altre liste di discussione in tanti
siti, mi pare- 
nè saggia: 
NON ci sono tanti siti come peacelink, che uniscono a
una notevole libertà una confortante (per me, almeno)
ricerca della serietà, civiltà, razionalità delle
modalità di confronto 
  
al dunque (parafrasando il grande intellettuale di
Capracotta):
con la lista pace, De magistris che c'azzecca!?

scusate

Gualtiero Via 

Bologna




--- "manielle at libero.it" <manielle at libero.it> ha
scritto:

> ---------- Initial Header -----------
> 
> From      : pace-request at peacelink.it
> To          : pace at peacelink.it
> 


      ___________________________________ 
Scopri il Blog di Yahoo! Mail: trucchi, novità, consigli... e la tua opinione!
http://www.ymailblogit.com/blog/